Ospiti

 

 
 
 

Bruno Bozzetto

Bruno Bozzetto è nato a Milano il 3 marzo 1938. Con 60 anni di carriera alle spalle è considerato in tutto il mondo uno dei più eclettici e influenti animatori di ieri e di oggi. Dagli anni '60 ad oggi ha realizzato oltre 300 film che gli sono valsi 130 riconoscimenti tra cui il prestigioso Winsor McCay Award, 5 Silver Ribbon Awards, una laurea ad honorem, 15 premi alla carriera, un Orso d'oro per Mr Tao (1990) e una nomination all'Oscar per Cavallette (1991).

Tra i titoli più famosi della sua produzione e della coproduzione ricordiamo i lungometraggi West & Soda (1965), Vip mio fratello Superuomo (1968), Allegro non troppo (1976), Il signor Rossi cerca la felicità (1975), Sotto il ristorante cinese (1987); la serie di cortometraggi del Sig. Rossi, Europa&Italia (1999), la collaborazione con le trasmissioni Quark e Superquark con episodi animati di divulgazione scientifica scritti dal giornalista e conduttore Piero Angela.

Attualmente Bozzetto è attivo nel settore creando nuovi soggetti, animando e disegnando ma anche collaborando a progetti più ampi attraverso lo studio Bozzetto & Co. Continua inoltre a partecipare a Festival, eventi, incontri e corsi di formazione in Italia e nel mondo.

Durante la Microeditoria del fumetto presenterà Minivip & Supervip – Il mistero del Via Vai, disegnato da Grégory Panaccione, edito in Italia da Bao.

 

 
 
 

Gregory Panaccione

Grégory Panaccione, nato a Antony in Francia nel 1968, vive e lavora a Milano. A 14 anni si iscrive alla scuola Estienne di Parigi, dove impara le basi del disegno con tecniche classiche, per proseguire poi gli studi all'Accademia di Belle Arti.

Dopo un'esperienza frustrante nella pubblicità e alcune collaborazioni nel cinema d'animazione come autore di storyboard, si getta nel mondo del fumetto. Il suo primo libro è un fumetto muto, Toby mon ami, pubblicato nella collana che Lewis Trondheim cura per Delcourt e in Italia da ReNoir Comics. Seguono Âme perdue, Match, Qui ne dit mot, con Stéphane De Groot, Chronosquad con Giorgio Albertini e Minivip & Supervip, che riprende i personaggi creati da Bruno Bozzetto.

Un oceano d’amore, sceneggiato da Wilfrid Lupano e pubblicato in Italia da ReNoir Comics, ha vinto il premio per il miglior fumetto assegnato da Fnac nel 2015 ed è stato candidato a 3 Eisner Awards nel 2019. Il suo ultimo libro è Un’estate senza mamma, in uscita in Italia a Lucca Comics & Games.

 

 
 
 

Jessica Cioffi

Jessica Cioffi “Loputyn", è un'illustratrice bresciana. Ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Bergamo, ma si dedica al disegno e all'illustrazione da autodidatta. Nel 2015 pubblica il suo primo fumetto con la casa editrice Shockdom, con cui avvia una collaborazione che dura tutt’oggi e che ha dato vita a diversi volumi, tra cui la storia autoconclusiva Francis. Partecipa poi con i suoi lavori a diversi eventi nell'ambiente della moda Lolita, e collabora con altre case editrici nel mondo dell’illustrazione e del fumetto, come Hop! Edizioni, Fanucci e Tunuè.

 

 
 
 

Silvia Trappa

Silvia Trappa nasce a Orzinuovi nel 1986. Dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Carrara continua la sua formazione in Giappone, presso la Tokyo Zokei University.

La sua ricerca si articola tra scultura e disegno indagando il concetto di tempo. L’apparente leggerezza del suo immaginario cela spesso tematiche sociali ed attuali; attinge alla storia e alla tradizione rielaborando in chiave contemporanea elementi già appartenenti alla nostra Cultura, che diventando spunto di riflessione e specchio della società nella quale viviamo.

Ha partecipato a numerose esposizioni in Italia e all’estero, tra le quali: X Biennale di Soncino, ALMA Gilda Contemporay Art Milano, Art Wynwood Miami DAM, Affordable Art Fair di Hong Kong, Singapore e Milano, 6Materia Museo Civico Crema, SetUp Bologna, Daily Dreams Mura Gallery Tokyo, CURRY Cubo Gallery Parma, ZooArt Cuneo. E’ stata artist in residence presso El Gallo Estudio de Arte Puebla Mexico, Ichiuroko Tamashima, AIRY Kofu Japan e Via Murat Art Container.

Da alcuni anni cura e organizza laboratori di Arte Terapia e workshop didattici per l’infanzia.

 

 
 
 

Iris Biasio

Iris Biasio, nasce nel 1994 a Cittadella in provincia di Padova.
Si laurea all’Accademia di Belle Arti di Venezia in Grafica d’Arte e Tecniche dell’Incisione. Attualmente studia Linguaggi del Fumetto all’Accademia di Belle Arti di Bologna. NeroVite è il suo progetto editoriale auto prodotto di fumetto e illustrazione, nato nel 2016 per raccontare storie attraverso il disegno e la parola. 
Partecipa a STORMI, rivista online di graphic journalism con la storia Perché dico quello che penso, nata per raccontare la figura di Raif Badawi; reinventa libri illustrati come L’Ombra, dall’originale fiaba di Hans Christian Andersen; Ommatokoita, inaugura la collana di storie a fumetti SPILLI, mentre il secondo numero, La Casa dei Garofani, esce nel 2019 coprodotto da MalEdizioni.

 

 
 
 

Chiara Abastanotti

Chiara Abastanotti disegna fumetti e illustrazioni e da molti anni organizza laboratori didattici, dal 2018 è docente di Fumetto presso la Scuola Internazionale di Comics, presso la quale si è diplomata nel 2010.

Laureata in Antropologia culturale a Siena e specializzata in Linguaggi del fumetto all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Ha collaborato con Canicola Bambini e Kuš! (LV). La sua ultima pubblicazione è Stereolite, scritto e disegnato con Luigi Filippelli per MalEdizioni. Ha pubblicato per Beccogiallo Editore (Lea Garofalo e La shoah spiegata ai bambini), per Liberedizioni (Il Colore della pioggia e Dov'è Nikolajewska?), per GraphicNews www.graphic-news.com , e Lineamondo, piccolo libro contro la noia, in collaborazione con Teatro Telaio e BelCan teatro. 

È autrice di Appuntamento all'albero morto (Lapislazuli 2019), fa parte del gruppo Bohnobeh! con cui ha pubblicato Seme (in mostra al Bilbolbul Off 2016 e 2017), e del collettivo Gravure.

Mescola il linguaggio del disegno con il teatro e la musica, collabora con alcune compagnie teatrali per la creazione di scenografie animate. Disegna dal vivo per Marco Rovelli, per il duo elettronico Two Monkeys, e per i Cartastorie.

 

 
 
 

Lorenzo Fantetti

Lorenzo Fantetti nasce a Brescia all'inizio della primavera del 1988. Si occupa di comunicazione visiva come brand designer, art director e illustratore, in particolare negli ambiti della musica e del cinema. Ha lavorato, tra gli altri, per Bergamo Film Meeting, Lab 80 film e Woodworm Label. Il suo lavoro è stato esposto nell’ambito della mostra itinerante -Oggetto Libro-, curata da Studio Esseblu e AIAP – Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva, che si è tenuta a Milano (Biblioteca Nazionale Braidense, 2016, la Triennale, 2017), Firenze (2016) e Fiume (2017). Ha preso parte a numerose mostre e progetti artistici collettivi, fra cui Cretecon Festival (Siena) e un progetto di arte pubblica a Srebrenica. Nel 2019 ha ottenuto menzione speciale al concorso di autoproduzione editoriale Fruit Indie Publishing organizzato da Fruit Exhibition e Favini.

 

 
 
 

Matrici Aperte

Matrici Aperte è un progetto indipendente di stampa d’arte e autoproduzioni.

Il progetto nasce con la volontà di tessere relazioni e creare socialità. Genera arte critica in relazione ai contesti sociali e politici in cui si immerge. Lavora sulla stampa d’arte tradizionale, applicando le conoscenze tecniche al mondo delle autoproduzioni e dell’editoria indipendente, sperimentando e collaborando con progetti sociali e umani.

Matrici Aperte propone laboratori e workshop di incisione calcografica, xilografia e serigrafia.
Inoltre, il laboratorio è aperto a tutti, intende svincolarsi da un accesso elitario del mondo laboratoriale e artistico mettendo a disposizione, con un offerta libera, lo spazio, lo scambio di conoscenza, il tempo e i torchi calcografici a chiunque voglia passare delle giornate immerso nella stampa artistica.

 

 
 
 

Strane Dizioni

Strane Dizioni è una casa editrice/stamperia indipendente che produce poster e libri serigrafati e rilegati a mano. Le pubblicazioni di Strane Dizioni sono rese uniche dall’utilizzo della serigrafia su carta, che dona ai libri un peso specifico che varia di pagina in pagina, una differenza tattile tra carta e colore. Lavorano con la serigrafia, realizzano libri e fanzine cuciti a mano e curati nei minimi dettagli. Chi ha avuto la fortuna di sfogliare una loro pubblicazione non dimenticherà la piacevolezza al tatto della carta e della stampa, il buon odore dell'inchiostro e la finezza della realizzazione. Strane Dizioni si occupa di tutte le fasi editoriali, dalla lavorazione alla distribuzione che viene fatta a mano in varie città italiane e straniere, in gallerie e librerie specializzate.

 

 
 
 

Mattia Ferri

Mattia Ferri nasce a Desenzano del Garda (BS) nel 1991. Nel 2015 fonda insieme a Mattia Boglioni l’etichetta di autoproduzioni McGuffin Comics. Dal 2016 fa parte dello staff del festival di fumetti e illustrazioni Tra Le Nuvole e dal 2018 è curatore insieme a Giacomo Taddeo Traini del sito di giornalismo a fumetti STORMI. Per BeccoGiallo ha pubblicato Il razzismo spiegato ai bambini.

 

 
 
 

Nicolò Belandi

Nicolò Belandi nasce a Brescia nel 1993, dove frequenta la Scuola Internazionale di Comics. Ha realizzato i disegni della storia breve Pubblicittà, contenuta in In Mass Media Res, il primo volume delle autoproduzioni McGuffin Comics. Attualmente collabora con l’impresa artigianale Laboratorio17.

 

 
 
 

Keita Nakasone

Keita F. Nakasone nasce a Bologna nel 1987. Si forma spostandosi fra le Accademie di Belle arti di Firenze, Milano, Bologna e Istanbul. È da sempre legato alla stampa d’arte e alla pittura figurativa e, molto spesso, i suoi lavori manifestano contenuti politici e sociali.

Negli anni si dedica a progetti di arte pubblica e relazionale con collettivi artistici, creando lavori site-specific in spazi urbani abbandonati a Istanbul e a Bologna, con cui vince il premio Roberto Daolio (Bologna, 2014) e il premio Abbado (Roma, 2015).

Nel 2017 vince il premio FAMI record con cui realizza un progetto-mostra fra Italia e Egitto.

Fra il 2014 e il 2015 è assistente presso la cattedra di incisione calcografica dell’Accademia di belle arti di Bologna e dal 2017 gestisce il laboratorio di stampa d’arte Matrici Aperte a Brescia.

È professore di tecniche dell’incisione calcografica presso l’Accademia di belle arti di Brescia Santa Giulia.

 

 

Powered by

 
 

 

Curatori

Nadia Bordonali

Luigi Filippelli


Staff

Mattia Ferri

 

Credits: OZOTO snc - powered by (ORBITA)